Notiziario 9 26/08/2013 - Giordano cicli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notiziario 9 26/08/2013

A.S.D Cicli Giordano

Notiziario 09
26 agosto 2013

È considerata quasi una classica di inizio o fine stagione la salita al Colle di Tenda Vecchio, buona per fare la gamba e altrettanto buona da fare con il “rapportone” quando si è allenati. Mi sono trovato casualmente presso il negozio di Giordano Cicli con Sergio Revelli, entrambi avevamo poco tempo, ed entrambi avevamo deciso di fare questa salita. Detto fatto, via alla volta di Limone Piemonte. Siamo saliti sino alla galleria con buon passo, dandoci cambi regolari ed aiutati da un leggero venticello a favore, che si trasformerà in vento contrario nel ritorno a valle. Raggiunta la galleria del Tunnel di Tenda, si svolta a destra in direzione 1.400 il traffico stradale, diverse auto e parecchie moto, scompare, in breve raggiungiamo l’ampio piazzale che in inverno ospita le auto degli sciatori ed è stato inevitabile ricordare l’arrivo della 17ma tappa del Giro 2005 Varazze – Limone Piemonte dove Ivan Basso arrivò solo sul traguardo precedendo la coppia Rujano – Simoni con Savoldelli in Maglia Rosa. La salita non è lunghissima, misura circa 6,5 km, ciò che la rende bella è la regolarità della pendenza, se si esclude il primissimo tratto, cioè da quando si svolta a destra poco prima della galleria, la cui pendenza è attorno al 10% poi in prossimità del grande parcheggio – piazzale la cui pendenza per breve tratto arriva all’11% circa, tutto il resto rimane attorno al 6 – 9%. Dopo il grande parcheggio – piazzale, la strada si restringe in prossimità del Bar Nevesol con una semi curva a destra, da qui diventa una tipica strada di montagna. L’asfalto presenta diverse irregolarità ma, tutto sommato, è accettabile nella prima parte, per peggiorare man mano che si sale, tratto in cui, dopo un paio di tornanti, la strada spiana per alcune decine di metri, poi, con curva a destra riprende a salire in modo regolare, da qui, se si ha la gamba, si può andare su con buon ritmo. Si percorre un lungo traverso per inoltrarsi in un bosco, poi curva a sinistra e nuovo lungo traverso, si alternano i tornanti e si accorciano progressivamente i traversi man mano che si sale la china della montagna. Si intravedono ancora alcuni segni disegnati sull’asfalto a ricordo di quella bellissima giornata di sport del 2005, da all’ora, quasi 10 anni fa, nessuna manutenzione alla strada, e siamo in una delle località turistiche per eccellenza del Piemonte. Si sale sempre con regolarità sino all’ultimo tratto, il rettilineo finale è battuto da un forte vento contrario, dove la pendenza aumenta sino al 9%, poco visibile data la strada ampia sino al Bar Le Marmotte a quota 1.795 mslm. Una breve pausa e si riparte in discesa, con cautela dato l’asfalto sconnesso dell’ultimo tratto. In breve scendiamo a Limone e poi via verso valle faticando per il vento contrario che fa spingere sui pedali in questa estate che ormai volge al termine.

Se qualcuno vuole dare un contributo a questa rubrica può mettersi in contatto con:

Cicli Giordano
Telefono: 0171/262481
Posta elettronica: info@giordanocicli.it
Internet: www.giordanocicli.it

Roberto Beraudo
Telefono: 348/8034839
Posta elettronica: robiberaudo@live.com

Come sempre, buone pedalate



Roberto Beraudo

 
Torna ai contenuti | Torna al menu