Notiziario 10 16/09/2013 - Giordano cicli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notiziario 10 16/09/2013

A.S.D Cicli Giordano

Notiziario 10
16 settembre 2013

Oltre le pedalate
Escursione di sabato 14 settembre.
Con i suoi 2999 mslm la Cima Ghiliè chiude l’arco dell’Argentera con un colpo d’occhio eccezionale a 360°. Per raggiungere questa panoramica cima si parte dal Pian della Casa del Re oltre Regione Terme di Valdieri, dal sentiero che conduce al Rifugio Remondino. Si segue il sentiero per il rifugio che prende quota con regolarità sul versante destro orografico del pianoro e si inoltra nel Vallone di Assedras. Si segue il percorso sino ad un bivio in cui si tralascia il sentiero per il Remondino e si segue la deviazione verso destra che si incunea con stretti tornantini in un piccolo canale colonizzato da conifere, lo si risale integralmente sino a sbucare sulla sommità di un antico gias. Ora il sentiero quasi pianeggiante attraversa alcuni corsi d’acqua per risalire una china detritica sino a raggiungere un secondo bivio alla base di un contrafforte della Cima Mercantour. Si segue la diramazione verso sinistra in direzione colle est del Mercantour, gli ometti di pietre dettano la linea da seguire data l’assenza del sentiero. Si risalgono completamente due canali detritici dei quali il primo ancora quasi interamente ricoperto di neve. La traccia risale sulla destra (sinistra orografica) i canali per emettersi su un pietroso pianoro in cui in laghetto ancora completamente ghiacciato la fa da padrone. Si svolta a sinistra in direzione della cima sempre seguendo gli ometti di pietre che dettano la linea senza obbligo, si risale l’ultimo ripido tratto tra pietre per raggiungere la cima sormontata da una croce. Da qui il panorama è a perdita d’occhio. Il Brocan, il Bastione, il Baus, Nasta e l’Argentera dettano la linea dei 3000 che si ergono imponenti, poi volgendo lo sguardo verso destra in basso il Lago Brocan ed il bacino del Chiotàs divisi dal poggio del Rifugio Genova, la diga della Piastra ed Entracque adagiato in fondo alla valle; oltre si distingue chiaramente Cuneo con la sua caratteristica forma, poi, continuando con lo sguardo ancora la Cima di Fenestrelle, il Roc di Fenestrelle, la Cima dell’Agnel e dietro il Monte Gelàs per finire tra le nuvole, che in lontananza si stanno avvicinando, si intravede il Golfo di Nizza (vedi fotografia).



Il sole caldo rende piacevole la pausa per il pranzo, poi, seguendo il percorso di salita si ritorna a valle. Durante la discesa a valle, nei pressi del colle est del Mercantour, una femmina di stambecco con il suo piccolo danno un saluto a suggellare questa bella giornata in montagna.






Se qualcuno vuole dare un contributo a questa rubrica può mettersi in contatto con:

Cicli Giordano
Telefono: 0171/262481
Posta elettronica: info@giordanocicli.it
Internet: www.giordanocicli.it


Roberto Beraudo
Telefono: 348/8034839
Posta elettronica: robiberaudo@live.com

Come sempre, buone pedalate e… buone camminate.



Roberto Beraudo

 
Torna ai contenuti | Torna al menu